Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

A:” G, domani non vieni al lavoro vero?”

Io:”No, dovevo andare via, ma la mia amica mi ha dato buca, così starò a casa a studiare!”

A:” Andare dove????”

Io:” Ho detto che sto a casa!”

A:” Non vuol dire niente! Dove credevi di andare eh?? In quel paese là vero? Per vederlo ancora, per avere un’altra illusione di chiudere con Lui vero? Poi siete lì, e non chiudete mai, siete lì e diventate due imbecilli uno davanti all’altro. Non siete capaci neanche di parlare, perché i vostri corpi parlano prima di Voi. Cercate sempre mille scuse e state lì una vita. Io ti ricordo che ho letto i vostri messaggi, conosco te bene, e conosco Lui.”

Con questa conversazione, ieri mattina, mio Fratello mi ha dato il buongiorno al lavoro! Buongiorno anche a Te, fratellone Mio!!!

Con queste parole che mi risuonano continuamente in testa, mio fratello ha colpito al meglio il bersaglio. Colpito e affondato. Dico solo, ieri sera dopo il lavoro, mi son presa una sbronza assurda, e oggi anche se la voglia di partire c’era, affrontare la vera realtà che c’era là da sola, non son partita.

Alla fine, un po’ bisogna ringraziarlo, e dirgli grazie perché mi sbatte la verità in faccia, quando io non voglio sentirla e quando magari fa male.