Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Io: ” Scusa, non eri fuori?”.

Dopo ben 10 mesi una risposta inaspettata

        A:” Si certo, ero al bar con i miei amici, ma sai ultimamente ogni tanto mi torni in      mente, e non posso non scriverti, e dopo due settimane volevo vederti!”

[…]

A:” Un sabato strano per Noi, da quanto tempo non ci vedevamo di sabato? E soprattutto da quanto tempo entrambi non passavamo una serata in casa?”

Io:” Eh penso parecchio sai… forse è il primo sabato sera che passiamo in maniera tranquilla e a casa!”
Come ogni volta che te ne vai, io ne esco sempre distrutta, lividi ovunque, le labbra non esistono più per i tuoi milioni di morsi. Ma sulla mia faccia torna un sorriso.
Ieri sera, il sorriso per la prima volta era sulla bocca di entrambi, e il motivo rimane ancora sconosciuto.
Una serata strana, strana perché hai lasciato i tuoi amici, cosa che non succede quasi mai. in 23 anni di vita, non vi siete mollati un secondo, anche quando andavate in vacanza da piccoli.
Sai cosa mi piace di quando siamo insieme? Le nostre mani che non si lasciano neanche per un secondo e quando passi una mano tra i miei capelli.
Un’altra cosa, inspiegabile data la realtà dei giorni nostri, è che quando sto con Lui, nessuno dei due usa il cellulare. Se suona, non si risponde ai messaggi, se è una chiamata, non si risponde neanche a quella. Insomma per quelle ore li, ci si estranea dal mondo.
Lo stare abbracciati su quel letto, a parlare, a confidarci, Tu che raccontavi passo per passo cos’era successo, che raccontavi dei tuoi, di come stavi, di come vivevi, di come eri messo, di come ne sei uscito, e il momento della tua decisione, è stato qualcosa di particolare, di profondo. Ed ero li a guardarti con ammirazione.
Quel letto lì, non è un letto a caso, quel letto li è il mio letto. Quando mia nonna è morta ha lasciato tutto ai suoi nipoti, perché teneva molto a Noi. Io con una piccola parte di quello che ci ha lasciato, son voluta andare a comprarmi un letto, un letto perché mi ricorda quando io dormivo da Lei. Quindi associo al mio letto mia Nonna, parte fondamentale della mia vita. Un ragazzo in questo letto non c’era mai stato. Invece, non so quante volte ci ho fatto stare Lui.
Questo solo per dimostrargli, che per Me è importante.